La costituzione non ci salverà dal prossimo pazzo

Dopo uno scontro acceso con un sostenitore del NO ho finalmente capito il loro punto di vista – laddove sincero e non motivato da un odio acceso verso l’attuale Presidente del Consiglio. Insiste lui, con tanti altri, che il ruolo della Costituzione sia difenderci dalla presa di potere da parte di un pazzo. Occorre quindi che il Governo abbia meno libertà d’azione possibile, che il Parlamento non sia troppo rapido, che ci sia equilibrio tra i diversi poteri. Devo ammettere che ho fatto molto fatica a capirlo, penso essenzialmente per due ragioni:

1) perché sono liberale e credo che coltivare la libertà sia uno dei migliori antidoti al totalitarismo;

2) perché penso che serva, più che una Costituzione ricca di contrappesi, un’economia sana e capace di generare ricchezza per tutti (quindi un’economia capitalistica caratterizzata da un mercato genuinamente concorrenziale).

In buona sostanza, non riconosco nelle forze del NO quel misto di valori che, a mio parere, contribuirebbe a difendere il Paese da “derive autoritarie”; un po’ perché, sul primo punto, noto che buona parte dei sostenitori del NO esercita poca libertà nelle proprie mosse: l’ANPI impedisce il sostegno attivo per il SI ma pretende di poterlo fare per il NO presso il PD, Casa Pound non merita osservazioni (bastano i meme su internet), Forza Italia è stato un partito populista e verticista, il Movimento 5 Stelle espelle, comunica da un blog privato, ha un Direttorio nominato dal “leader maximo”, fa liste di proscrizione. Sono loro stessi, in alcuni casi, la minaccia che vogliono combattere, visto che partiti con regole interne pubbliche, cariche contendibili, non dovrebbero attentare alla democrazia di questo Paese.

Sul secondo punto, mi pare che le idee dei 5 Stelle siano confuse, nella migliore delle ipotesi – realisticamente infattibili, nella peggiore; nello schieramento di destra si va dalla simpatia per gli evasori al protezionismo, ai dazi, alla chiusura delle frontiere. Forse non sono gli strumenti migliori per ripartire economicamente e non me la sentirei di affidare a loro il Paese. Ho quindi qualche riserva sull’esistenza, al momento, di alternative credibili al Governo Renzi: non vedo tecnici all’altezza del compito, estremamente delicato – né ci sarà una maggioranza di Governo alla Camera, dove il PD ha ampi numeri. Non vedo una maggioranza politica così solida da imporsi con un sistema proporzionale puro e non penso che i mercati reagiranno positivamente all’incertezza e all’impossibilità di fare un Governo – o pensate che Grillo e Berlusconi (o Salvini) si alleeranno per dare vita al Polo dei riformisti illuminati?

La preoccupazione più grande è però un’altra: che il pazzo sia tale solo nelle penne degli storici; quando arriva, come il Mulo di Asimov, nessuno se ne accorge. Per qualcuno già Trump potrebbe essere un’avvisaglia, io aspetto di vederne le prime mosse. Purtroppo Mussolini e Hitler presero il potere in maniera legale, nel pieno rispetto delle proprie costituzioni. La dittatura del XXI secolo non assomiglierà a quelle del XX, e potrebbe non richiedere alcuna azione clamorosa né violenta.

E’ allora importante domandarsi se ha senso difendere strenuamente uno strumento già spuntato, o se possiamo permetterci di modificarlo, solo in alcune sezioni, non aggravando un rischio che, ammettiamolo, viene più probabilmente dalle crescenti disuguaglianze, che si prestano a politici demagogici, e da una tecnologia di controllo sempre più sofisticata e invisibile.

 

PS: ho scritto l’articolo prima di leggere il pezzo che cito di Fabio Chiusi. Curioso come entrambi abbiamo pensato al Mulo. Ne consiglio la lettura perché descrive ciò che avrei potuto solo accennare, ossia come si costruisce un dittatore oggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...